- modulo dizione e lettura in voce, in prosa e in versi, dal 7 novembre al 19 dicembre 2017 orario 21-23 giorno lezione MARTEDì
DOCENTE: gipeto

Esercizi di riscaldamento e articolazione.
Studio e perfezionamento della dizione a mezzo lettura interpretata in voce di testi letterari e/o teatrali in prosa e in versi.
Approfondimento delle regole di dizione.

- modulo comunicazione efficace dal 9 gennaio al 20 febbraio 2018 orario 21-23 giorno lezione MARTEDì
DOCENTE:  Dominique Evoli

Il corso è rivolta ad artisti, insegnanti, giornalisti, manager e a tutti coloro che desiderano migliorare la propria comunicazione sia essa rivolta ad un solo interlocutore, un piccolo gruppo o una grande platea.
Durante gl incontri, attraverso esercizi, si esploreranno le seguenti tematiche:
- respirazione per padroneggiare la propria emotività (imbarazzo, timidezza, ansia..).
- dizione per togliere inflessioni e cantilene che rendono monotona la comunicazione.
- voce e intenzioni per tenere desta l'attenzione e coinvolgere l'interlocutore.
- postura e sguardo per acquisire sicurezza e creare empatia con l'interlocutore.
- ascolto e creatività per essere in grado di interagire con l'interlocutore e ricevere feedback sulla chiarezza del proprio messaggio.
- negli ultimi due incontri si simuleranno delle situazioni in base alle necessità proposte dai partecipanti, al fine di perfezionare la propria comunicazione applicando le tecniche precedentemente sperimentate.

- modulo drammaturgia 10 e 11 febbraio e 10 e 11 marzo  2018 sabato dalle ore 10 alle ore 14, domenica dalle ore 14 alle ore 18
DOCENTE: Marco Di Stefano, Elide La Vecchia, Maria Grazia Cassalia, Tiziana Bergamaschi

Questi pochi incontri sulla drammaturgia hanno lo scopo di avvicinare chi potrebbe essere interessato alla scrittura per teatro e cinema e nello stesso tempo offrire alcuni strumenti per orientarsi in quest’ambito. Gli incontri non sono naturalmente esaustivi, ma vogliono indurre degli interessi che potranno eventualmente essere approfonditi in un secondo tempo. Il suo scopo è di cominciare un percorso nella formazione di diverse figure che possano entrare a far parte del mondo teatrale.
I laboratori consistono in quattro incontri di quattro ore l’uno con quattro drammaturghi diversi, tutti impegnati, in diverso modo, nella scrittura per la scena. Ciascuno di loro tratterà un aspetto particolare della drammaturgia. Gli incontri non saranno solo teorici, ma gli allievi saranno invitati a eseguire degli esercizi di scrittura che li aiuteranno a comprendere le differenti peculiarità delle proposte.

Contenuti e date:

10 febbraio 2018 - 10 / 14 incontro con Marco di Stefano
Come si scrive un testo teatrale? O meglio…Come non si scrive un testo teatrale? Il laboratorio vuole offrire agli allievi gli strumenti base della scrittura teatrale e guidarli nella stesura di un proprio testo.

11 febbraio 2018 – 14/18 incontro con Elide La Vecchia 
Parleremo di come scrivere testi drammaturgici partendo da testimonianze dirette: interviste o raccolte di storie narrate in prima persona, porta con sé, prima di ogni altra cosa, la difficoltà di trasformare una storia personale in una storia universale. In realtà tutte le storie possono diventare testo e rappresentazione. In questo caso nel laboratorio lavoreremo sulla paura, in particolare la paura dell’altro, dello sconosciuto, del distante. Ci servirà come esempio La paura monologo di Giorgio Gaber.

10 marzo 2018 – 10/14 incontro con Maria Grazia Cassalia 
Questo laboratorio ci guiderà nello scoprire le basi della narrazione e della scrittura per il video. Per acquisire uno sguardo più profondo e consapevole sul funzionamento delle storie che scriviamo, leggiamo, incontriamo.

11 marzo 2018 – 14/18 incontro con Tiziana Bergamaschi 
Partendo dagli esercizi di drammaturgia d’attore di José Sanchis Sinisterra gli allievi sperimenteranno, attraverso improvvisazioni guidate, la capacità di creare delle brevi scene teatrali che in un secondo tempo diventino materiale di scrittura drammaturgica.

- modulo teatrodanza 24 e 25 febbraio  2018 dalle orario 10-18
DOCENTE: Lara Guidetti
 
Sulle orme di Pina Bausch Lara Guidetti, talentuosa performer e coreografa, è pronta a svelare i segreti della comunicazione gestuale con un corso dedicato al Teatrodanza e alle sue ricchissime risorse espressive, capaci di ampliare il ventaglio di possibilità sceniche che abbiamo a disposizione.
Questo corso vuole essere uno spazio aperto alla conoscenza e alla consapevolezza di questo strumento mettendolo in relazione con diversi elementi quali, ad esempio lo spazio, l'oggetto, l'immagine, il contatto ma anche a se stesso ovvero la possibilità che ha ogni interprete di lavorare sul proprio mezzo in una direzione compostiva.
La struttura del corso metterà perciò insieme un lavoro individuale di ascolto, conoscenza e formazione, un lavoro collettivo (a volte corale) dove verranno affrontate a analizzate tematiche e esercizi di approccio alla composizione e , infine, una parte autorale. Per parte autorale si intende l'elaborazione di un breve percorso (singolo o in gruppo) inscritto all'interno di una struttura drammaturgica condivisa.

- modulo clowneria dal 27 febbraio al 10 aprile 2018 dalle orario 21-23 giorno lezione MARTEDì
DOCENTE: William Medini

Questo modulo vuole recuperare l'Arte del Clown nei suoi aspetti più autentici utilizzando il clown come 'mezzo'.
Il clown è una delle chiavi fondamentali del teatro, perché non c'è teatro possibile se prima non sono state acquisite tutte le tecniche espressive e gestuali che un clown è in grado di padroneggiare. (Dario Fo)
Il clown è l'imprevedibile personaggio dalla fantasia sfrenata, ricco di fiaba e spontaneità, ingenuo e commovente, sempre in lotta con se stesso, con le sue aperte contraddizioni, con i maldestri tentativi di mostrarsi all'altezza della situazione, facendo ricorso alla burla e agli improvvisi slanci poetici. È il naturale depositario dello spirito popolaresco, che ha sempre animato la tradizione del teatro da strada e del circo. (Federico Fellini)
Il clown basa essenzialmente la sua comicità sulla parola, sulla mimica. La sua gestualità infantile, la sua camminata, l'ingenuo battere di ciglia, la maldestra incapacità nell'uso degli oggetti, il sorriso tenero e accattivante, l'irruenza e la vitalità esprimono la sua inadeguatezza a inserirsi in un mondo tanto complicato.
Il corso tenterà di recuperare un insieme di testi, canovacci, elaborati scenici che fanno parte di una tradizione, soprattutto orale, che si è persa nel tempo.
Dovrà essere inteso come un ritorno alle origini, quando il Clown era capace di utilizzare tecniche differenti in un alternarsi di situazioni ora esilaranti, ora romantiche; dove lo spettacolo non utilizzava 'grandiosi effetti speciali' ma il fascino del Sogno, del Gioco e della Fantasia.

- modulo combattimento scenico 21 e 22 aprile 2018 dalle orario 10-18
DOCENTE: Simone Belli
 
"Fighting for scene" è un corso rivolto ad attrici, attori, marzialisti di ogni livello, e performer d'ogni genere che desiderano scoprire l'arte del combattere in scena e approfondire le proprie capacità di interpretazione durante una "scena violenta".
Un corso a dir poco innovativo che unisce: la scoperta di nuovi approci all'interpretazione e lo sviluppo di tecniche che lavorano sulla sicurezza dell'attore/attrice in scena durante l'esplosione violenta del personaggio, lasciando l'occhio del pubblico sgranato e il battito cardiaco accellerato.
Ogni lezione sarà articolata in due fasi, complementari l’una con l’altra.
La prima fase lavorerà sull’apprendimento dei principi del combattimento scenico, con particolare riferimento alla lotta a mani nude e all'uso di un arma specifica (che verrà scelta assieme al Direttore dell'Accademia).
La seconda parte invece riguarderà l'applicazione di tali tecniche alla scena.
Ideale per attori, attrici, direttori, registi, stuntman e a tutti coloro che cercano di sviluppare delle competenze specifiche per il cinema (e il teatro), sopratutto per il cinema d'azione o l'action thriller, e per un nuovo “genere” di Teatro.
Inizia a conoscere ed assaporare cosa vuol dire creare, fare, e gestire una lotta, una scena a mano armata, una scena al cardio-palma senza subire la potenza dell'arma, ma gestendola. 
Oppure semplicemente provare un nuovo, divertente e stimolante workshop di due giorni diverso dal solito.
Non è necessaria nessuna esperienza, o preparazione marziale.

Costo singolo modulo: € 220
Se ti iscrivi entro il 23 settembre verrà applicato uno sconto del 10% sulla soluzione unica e il 5% sulla rateizzazione.

Quota d'iscrizione: € 25

Contattaci

Teatri Possibili,
Via Savona, 10
20144 - Milano
Come Arrivare >

Tel: (+39) 02 83 23 182
Mobile: (+39) 338 6274736

Staff

Direzione: Corrado d'Elia
direzione@teatripossibili.org

Coordinatore didattico: Claudia Negrin
didattica@teatripossibili.org

Responsabile organizzativo: Valentina Tessari
organizzazione@teatripossibili.org

Responsabile amministrativo: Paola Brignoli
amministrazione.scuola@teatripossibili.org

Segreteria: Beatrice Milani
info@teatripossibili.org

 Unisciti anche tu alla Community

Ricevi gli inviti agli eventi, le promozioni e le novità sui corsi.