Skip to main content

Andrea di Marco

MATERIA DI INSEGNAMENTO :

Stand up comedy 

Andrea Di Marco è un comico, musicista, attore e autore genovese, volto di Zelig, Colorado, Mai dire Martedì, Ciro il figlio di Target, Comedy Central e Quelli che il calcio. Membro del collettivo Bruciabaracche, Di Marco è attivissimo sul web: è il volto e fondatore del “Movimento Estremista Ligure – Basta Milanesi”, parodia di partito politico diventato subito virale sui social e ancora ora molto seguito.

Diplomato al conservatorio in tromba nel 1995, ha iniziato la sua carriera artistica con il gruppo comico-musicale dei Cavalli Marci, capitanati da Claudio Rufus Nocera e composto tra gli altri da Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Alessandro Bianchi, Michelangelo Pulci e Fabrizio Casalino. In televisione ha partecipato (con i Cavalli Marci) come attore-musicista alle trasmissioni “Ciro il figlio di Target” di Gregorio Paolini su Italia 1, condotto da Gaia De Laurentiis, “Serenate” di Fabio Fazio su Rai 2, condotto da Andrea Pezzi e “Palcoscenico” a cura di Felice Cappa, su rai 2. È stato inoltre tra gli autori ed interpreti della trasmissione radiofonica “Cavalli marci in treno” su Radio Italia Network e ha interpretato un ruolo non protagonista nel film musicale “Come se fosse amore”, prodotto da Medusa. Andrea Di Marco ha all’attivo numerose tournée teatrali in alcuni dei principali teatri italiani (Nazionale e Ciak di Milano, Politeama Genovese, Colosseo di Torino ecc). Da “solista” ha partecipato alla stagione 2002-2003 di “Colorado Cafè live” condotto da Diego Abatantuono alla salumeria della musica con registrazione di 6 puntate per la TSI (tv svizzera) e per il canale satellitare Paramount. Ha fatto parte del Comedy Club di Genova, sodalizio comico protagonista di una serie televisiva per TSI e per la TV locale ligure Telenord condotto da Max Novaresi. Ha fatto parte del cast fisso di “Bulldozer” edizioni 2003-2004 e 2005, presentati da Enrico Bertolino e Federica Panicucci.

Nel 2006 è stato conduttore della trasmissione Picnic su Radio2. Ha fatto parte del cast di Tribbù su Rai 2 (edizione 2007) condotta da Alessandro Siani e Serena Garitta. Nel 2007 -2008 fa parte del cast di “Quelli che il calcio e…”, condotto da Simona Ventura, di “Zelig off 2008”, condotto da Teresa Mannino e Federico Basso, e insieme al gruppo dei Bermuda Circus compone la colonna sonora comica di “Mai dire Martedì” con la Gialappa’s band e il mago Forrest, programma al quale partecipa negli anni con i personaggi di Don Giorgione e Povia. Protagonista a Zelig Arcimboldi nelle ultime due edizioni e ancora insieme alla Gialappa’s nel 2009 (Mai dire grande fratello show, Italia 1) e in radio (Radio DeeJay) durante i mondiali di calcio 2010. Nell’estate del 2011 è stato protagonista di Risollevante Tour per Comedy Central e cura Gnegneregne, rubrica all’interno del “Camaleonte” per la radio svizzera RTSI. Nell’autunno del 2011, invece, ha partecipato a Zelig Off su Italia 1 (per 5 puntate) e collabora con Striscia La Notizia in qualità di autore.

Dal 2012 è capocomico de Le Spigole, laboratorio comico diretto da Graziano Cutrona. Nel 2014 ha fondato insieme ad altri comici genovesi (Maurizio Lastrico, Antonio Ornano, i Soggetti Smarriti, Gabri Gabra e altri) il gruppo dei Bruciabaracche, campioni di incasso nelle serate di comicità genovesi. Nello stesso anno partecipa alla riedizione del progetto Cavalli Marci. Sempre nel 2016 entra a far parte del cast di Colorado. A ottobre 2019, è ospite nell’ExtraFactor della trecisima edizione di X-Factor, dove riassume con la sua chitarra i fatti salienti dalla prima puntata. Nel 2018/2019 fa inoltre parte del cast di Zelig Time, sul canale 63 del digitale terrestre.

Dal 2015 si concentra anche sul mondo del web, producendo una serie di video dal titolo “’Ndrangheta”, che spopolano diventando subito fenomeni virali. Nel 2016 prosegue con altri video di successo: “Risposte Italiane”, con la parodia delle risposte date dall’italiano medio. Negli anni successivi continua a creare tormentoni da milioni di visualizzazioni su Facebook, Instagram e YouTube, come il “Movimento Estremista Ligure – Basta Milanesi”, le lezioni di “Italian Inglish” e quelle di Zeneise.