fbpx

Medini

A te William, il nostro più sentito GRAZIE.
Un grande insegnante, circense, amico e persona meravigliosa. Chi ha avuto la fortuna di conoscerti, ha potuto apprezzare la magia che ti circondava. Anima sensibile, gentile, pura, sempre disponibile e con un grande, bellissimo, indimenticabile sorriso.
Ci hai insegnato a metterci il famoso naso rosso e a lasciarci alle spalle il controllo, la routine, le imposizioni, per entrare nel mondo del clown... il tuo magico mondo.
Come dicevi tu, i clown nascono pian piano, ognuno con i suoi ritmi, col suo aspetto e le sue caratteristiche... Ma dopo la nascita sono pronti per mostrarsi al mondo... Siamo sicuri che ovunque tu sia, starai continuando a mostrare la parte migliore di te. Ci manchi.

Se vuoi lasciare il tuo messaggio per William, scrivi a organizzazione@teatripossibili.org, inviandoci il tuo pensiero, ricordo, video, fotografia. 

Caro amico mio, l'avventura più grande vissuta insieme resta profondamente viva nel mio cuore: meravigliarsi sempre....meravigliarsi con gli occhi del bimbo, che conserviamo troppo spesso nascosto tra le pieghe del tempo che passa, meravigliarsi della vita e della bellezza che esiste sempre intorno a noi, basta fermarsi per vederla. E' lì. Ci aspetta. Guardarsi negli occhi e meravigliarsi della scoperta di un essere umano davanti a noi. Semplicemente, senza paura, senza limiti, senza intellettualismi.
Meraviglioso averti incontrato.
Ti voglio bene.
ClaudiaIMG 5380 copiabw

Per due anni l'ho seguito in ogni scuola della Lombardia. Mi ha insegnato tanto, ha lasciato dentro me una traccia indelebile. Era un rapporto speciale, fino ad avere l'onore di condurre un suo gruppo e una sua regia. Un instancabile artigiano della scena con gli occhi e il cuore di bambino. Voleva imparare tutto e restituire Bellezza. Mi manca. In un mondo così volgare resta la delicatezza della tua poesia.Sarà con me in ogni cosa che farò. Per me un vuoto incolmabile. Ciao William. Ti voglio bene.
Lorenzo 

Teatro Libero Circo PARADALaura Bianca Photographer 0977 copia

Ho avuto la fortun Q7B0428a di conoscereWilliam grazie al corso di teatro promosso dalla scuola di mio figlio per gli studenti. Che dire...una di quelle persone che attraversano lievi l’esistenza altrui ma che con il loro cuore, i loro valori e la fiducia che ispirano, lasciano un segno che mai potrà essere cancellato. Grazie William per tutto ciò che hai fatto per mio figlio...chiunque diventi porterà dentro di se anche un po’ di te.
Lara

Il Tuo sorriso, la Tua instancabile voglia di trasmettere la passione per il Teatro, la voglia di fare, l’entusiasmo che trasmettevi ai ragazzi non ha eguali!! Sofia è stata fortunata ad averti come MAESTRO e non Ti dimenticherà!! Riposa in Pace
Patrizia mamma di Sofia Althea

Sono molto addolorato per la scomparsa di William Medini.
Ho avuta la fortuna di conoscerlo e lavorare con lui nel 2002 in occasione dell'allestimento scolastico de "La Gabbianella e il Gatto" di Sepulveda quando ero studente delle medie. Condoglianze alla sua famiglia. Un abbraccio fortissimo.
Marcello

Caro William, so che puoi sentirmi, anche se ora sei probabilmente in un'altra dimensione. Ma l'Amore non muore mai. L'Amore è eterno e tu hai dimostrato di esserlo. Sei stato Amore nelle tue parole, nei tuoi sguardi, nei tuoi sorrisi da bambino felice. Ricordo il giorno in cui avevamo i saggi di fine anno ai Teatri Possibili. Sapendo che avevo le prove la mattina presto, per non lasciarmi da solo, hai deciso di venire prima e farmi compagnia. Abbiamo pranzato insieme e mi hai offerto il pranzo. Mi hai detto: "Sono felice di potertelo offrire". Ho negli occhi ogni momento passato con Te. L'intensità che trasmettevi era unica. Sei stato simbolo di gentilezza, cordialità, rispetto, bontà e altruismo. Porterò con me i Tuoi insegnamenti e non smetterò mai di volerti bene, caro Maestro di arte e di Vita. Sii felice, grande Anima. Ci rivedremo ancora. Con Amore.
Alberto

Caro William, sono passati dive160529 16 copiarsi anni da che ho avuto l’immensa fortuna di incontrarti…prima mio figlio ha fatto un corso per bambini con te e poi io ho fatto una lezione di prova (forse ti ricorderai che, però, purtroppo il corso di clownerie non partì)….non potrò mai dimenticare la sensibilità, l’umiltà, il senso di accoglienza che ho provato passando soltanto un paio d’ore con te….io ho un problema ad un piede ma tu subito mi avevi fatto sentire a mio agio…mi avevi detto “questo tuo piede non è un problema…troveremo il modo perché diventi la tua caratteristica!” Non potrò mai dimenticarlo! E poi hai raccontato una storia…e le emozioni sono state fortissime…sei riuscito a toccare tutte le corde delle nostre anime…abbiamo pianto, abbiamo riso, abbiamo sentito la sofferenza, abbiamo provato gioia…rapiti da te, dal tuo sorriso e dal tuo sguardo. E poi ci hai parlato della dura vita del circo…ogni singola parola è ancora impressa nella mia mente ed ogni singolo stato d’animo che ho provato lo sento ancora….in due ore ha lasciato un ricordo indelebile dentro di me e mi ha insegnato ad affrontare la vita in maniera diversa. GRAZIE WILLIAM!!! Mi pare di sentire ancora la tua mano sulla spalla! Credo che nessun insegnante di teatro sia mai riuscito a colpirmi come ha fatto tu. Sarai sempre nel mio cuore….il posto dove le persone speciali entrano in punta di piedi ma ci rimangono per sempre… Ciao William…ovunque tu sia, sono convinta che con i tuoi nasi rossi farai stare bene tantissime persone, trasportandole nel tuo mondo magico!!!!In ricordo di William Medini 1
Michela

Grazie,grazie e ancora grazie.....per aver condiviso con noi e i nostri alunni una parte del tuo viaggio. 6 anni di meraviglie in cui ci hai trasmesso la passione per il teatro e l'amore per la vita....ci hai fatto ridere e piangere come solo i veri clown sanno fare. Lasci un grande vuoto difficile da colmare; sei stato un maestro, un poeta, un amico.
Marialuisa e Alessio

 MG 0654

Ho incrociato William forse una sola volta di sfuggita nella sede di Teatri Possibili e forse in qualche riunione on line, ma non ho avuto il piacere di conoscerlo bene e di persona. Leggevo però spesso il suo nome nei manifesti del circo Medini. E ora resta il rimpianto di non aver potuto conoscere un grande artista di una nobile arte. E la rabbia per una vittima innocente in più di questa assurda guerra che non ha una chiara origine e ancora non si sa quando avrà una chiara e totale fine. Ciao William.
Luca

Quando muore un artista come William Medini siamo tutti più poveri perché l’arte esprime la ricchezza della vita. Senza gli artisti la nostra ricreazione sarebbe solo sport, famiglia e riposo. Ho voglia di piangere quando ci lascia un artista. Che la terra ti sia lieve, William.
Massimo CSA Petrarca Onlus

 

 
 
 
 
 
Quando ieri abbiamo saputo della tua partenza William, eravamo in cortile con Lucio che stava facendo i primi giri da solo in bicicletta, senza rotelle.
Avremmo voluto piangere, ma nostro figlio ci guardava orgoglioso. Non sarebbe più tornato un momento così. Allora ho preso nota della mia felicità, l’ho lasciata in cortile. E poi ho scritto per te sulle scale, poi sono salita in casa e ho tirato fuori il naso rosso di cuoio che mi avevi regalato nel novembre del 2019, quando avevo partecipato ad un tuo seminario con gli adolescenti. Ti avevo scritto per sapere se potevo unirmi pur avendo quarantadue anni. Tu mi avevi risposto che sì. Ti trovai in un’aula di Teatri Possibili. Denise mi ricordava ieri che eri arrivato due ore prima per preparare e allestire. Avevi con te tutti i ferri del mestiere: giacche appese accuratamente a delle grucce e posizionate come personaggi sulla scena, foulard colorati, trucchi da mago, nasi rossi a volontà … e fotocopie che hai distribuito ad ognuno di noi: C’era una volta il Circo. Ho capito subito che non davi nulla per scontato. Io avevo studiato il clown alla scuola di Lecoq, eppure quello a cui ho assistito era diverso.
Quando sulla mia strada riconosco dei Maestri, non resisto alla voglia di imparare, di mettermi a ballare con loro. Anche se era ovvio che ero lì non per iscrivermi al corso, tu mi avevi dato la stessa attenzione che davi a tutti, anzi forse di più perché avevi capito che stavo cercando. Mi sono sentita come una bambina a scuola, ho scelto come co
IMG 20210329 WA0034 1
mpagno di esercizio un ragazzino con trent’anni anni in meno di me. Ho giocato e provato maschere, capriole, cadute. E mi sono divertita. Ad un certo punto, ti ho detto che ero lì per rubare e tu mi hai fatto riflettere sul significato della parola, che non era la parola giusta perché non stavo togliendo niente a nessuno. Ognuno trasforma e fa proprie le cose che vede. Poi hai parlato dell’importanza per te di tre concetti nell’arte della recitazione : tecnica, scelta estetica del gesto e originalità. Semplice eppure non scontato. Così giusto che ho preso appunti sul mio quaderno e a lezione, citandoti, sorrido grata. Quando finisce il seminario e tu hai tirato fuori qualsiasi cosa dalle valigie, io sono l’ultima ad essere pronta per andare e il corridoio è vuoto. Mi affaccio alla stanza dove tu, con la calma propria di chi sa di aver appena fatto qualcosa di bello, stai sistemando con cura tutte le tue cose e ti ringrazio. Tu mi inviti a prendere un naso dei tuoi. Io sono intimidita, ce ne sono tanti, non me l’aspettavo. Non so scegliere, allora chiedo a te che ne capisci, qual è quello giusto per me.  Ne provo due o tre, e mi stanno. La tecnica. Ne prendo uno. Ci salutiamo con un abbraccio. Poi esco e guardo il naso e penso che ne avevo visto uno che forse era giusto per me, era imperfetto, tagliato storto e penso che mi somigli, che quello tondo tondo sta bene ad un bambino che ancora non ha graffi o che comunque ne ha meno di me. Allora prendo coraggio … “William posso?!”. Tu con un sorriso capisci, mi fai prendere quello che sento. Ti dico “ecco adesso sono felice”. Tu sorridi, ci diamo un arrivederci e io esco con il naso tra le mani, come se avessi conquistato la caramella più desiderata. Anche se poi mangiandola, ti chiederai se l'altra era più buona. Però hai scelto. E va bene. Tecnica, scelta estetica e originalità.
Ecco William, quell’incontro non lo dimenticherò mai perché tu eri presente alla mia necessità, alla mia ricerca. In un modo così naturale eppure denso, come zucchero filato. Di cui ricordo perfettamente il gusto e l’odore. Grazie infinite per essere passato in questo mondo. Ti porto con me, continuerò a citarti e per sempre, ricordando la prima volta in bicicletta di nostro figlio, tu sarai lì che sorridi con noi e corriamo tutti. Senza rete.
Giulia 
 
A te William, che sapevi giocare con la vita.
Stefania
 
Grazie per tutto quello che ci hai saputo regalare, non è cosa da tutti. Bastava scambiare due parole con te per sentirsi bene e avere voglia di abbracciarti. Il solo pensiero di te e di tutto ciò che ci hai lasciato ci restituisce ogni volta il desiderio di portarti con noi nel cuore, per sempre. Ti vogliamo bene.
Francesca e Gemma
 

Caro maestro di vita , si ti chiamo così perché per me sei stato un maestro di vita, ho avuto la possibilità di poter essere una tua piccola attrice e sono la ragazza più fortunata. Non potrò mai dimenticare il tuo sorriso , le tue battute e la tua ironia ma soprattutto i tuoi insegnamenti , le tue lezioni così profonde che hanno cambiato la mia vita. Promesso che un giorno ci rincontreremo , ciao grande uomo , sempre nel mio cuore.
Giulia

 

Ho avuto la fortuna e il privilegio di incontrare Medini in uno degli appuntamenti dedicati ai soci.
In quell'incontro ho visto in lui un mago, un capo spirituale, uno sciamano, capace di farti assistere coinvolgendoti nel film appassionante di quel suo mondo così lontano ma così dentro di noi. Mi aveva colpito il suo sguardo diretto ed introspettivo ma anche pieno di passione tenacemente e orgogliosamente fiero, con il desiderio di condividere con gli altri un qualcosa di grande. Detentore e custode di un immaginario che conservava e donava... Mi è spiaciuta molto la sua scomparsa ma persone come lui non si spegneranno mai.
Franco

Ciao Will, grazie di tutto!!! Mi ha fatto tornare bambina ed è stato bellissimo, adesso insegna agli angeli ad indossare il naso rosso! 🎭🎈❤
Elisa

IMG 1537 1E’ uscito di scena il meraviglioso clown che hai cresciuto in te in tanti anni.Un clown speciale che rimarrà nel cuore di ogni persona che ha avuto la fortuna di incontrare il tuo naso rosso sulla sua strada.Continuerai a vivere attraverso i clown che, con immenso amore hai saputo scoprire in tutti i tuoi alunni.Il clown,ora,è dietro le quinte ma la sua anima resta protagonista .Grazie William.Un abbraccio grande
Paola e Federico.

Grazie William per le emozioni che ci hai dato. Un grande dispiacere la mancanza di William. Ti abbiamo conosciuto e ci ha fatto un grande piacere. Hai lavorato tanto e bene nell'Istituto Erasmo da Rotterdam di Cisliano. Hai reso un grande servizio agli alunni e alle alunne che hanno lavorato sotto la tua guida e hai emozionato i cuori di ragazzi, e genitori. Il tuo ricordo verrà portato nel cuore. Hai trasmesso la passione per il teatro e l'amore per la vita... sapevi far ridere e piangere...era l'arte del clown che era in Te. Con tanto affetto e riconoscenza tutto il personale dell’Erasmo da Rotterdam.
Luciano Giorgi

Per me, anzi per la nostra famiglia, William è "il Regista" della sezione L della scuola media Quintino di Vona, il corso "Leonardo più teatro".
Nostro figlio Nicola, ora 23enne studente universitario al 4° anno, aveva scelto quella sezione proprio per il teatro. E non si sbagliava: si è trovato in una classe molto eterogenea, come spesso capita nelle scuole statali dell'obbligo e all'inizio noi genitori eravamo perplessi, abbiamo pensato d chiedere di cambiare. Ma William fece il miracolo: non solo fece dei nostri figli-ragazzini degli attori "veri", ma unì la classe in una sola compagnia teatrale! Altro che dilettanti! Ricordo perfettamente i tre spettacoli, anche se sono passati un po' di anni (triennio 2008-2011): il gabbiano Jonathan, Se questo è un uomo, l'isola di Pasqua (Rapa Nui). Tre spettacoli veramente di livello alto: con le scenografie fatte dai ragazzi della sezi

one artistica, i costumi e i trucchi preparati dai ragazzi stessi, le luci, la musica, le scene...tutto perfetto! Ricordo l'inizio del primo spettacolo "Il gabbiano Jonathan": luci spente, sulla scena corrono delle nubi in cielo e si sentono quelle voci di donna del prologo "le nuvole" di una canzone di De Andrè "vanno, vengono..." e io che inizio a piangere prima ancora di vedere in scena i ragazzi...Bravissimi, tutti, anche quelli che in classe si comportavano da "certi elementi", in scena erano perfetti, come se non avessero fatto altro da sempre.
Questo era, anzi è William, tirava fuori il meglio da ciascuno e lo faceva sentire essenziale per tutti. Grande regista ma soprattutto grande educatore.
Spero e, anzi, sono sicura che la famiglia saprà portare avanti la sua opera.
Grazie William da parte di tutti, anche dell'ultima generazione che, ho saputo, ti piange e rimpiange, anche se ti conosceva da poco.
Un abbraccio alla tua famiglia, che spero sappia trovare dalle nostre testimonianze la forza di superare questo triste momento.
E tu continua a insegnare l'arte del clown anche là dove sei e dove un giorno mi unirò anch'io, per imparare a regalare il sogno.
Paola

Quel che hai fatto, resta! Quel che sei stato, resta!
La dolcezza della tua poetica, la capacità di arrabbiarti e ridere degli errori sulla scena per il gusto del fare le cose bene, anzi perfette, il dono di arrivare a tutti, grandi e piccoli, con delicatezza. Mai banale, ma inconfondibile. La tua storia, che condividevi con una trasparenza disarmante, ti ha accompagnato sempre e i ricordi che leggo lo testimoniano. Hai lasciato il segno!
Un accorato saluto al maestro di palco e di vita. Ciao William
Giovanni

William 02 1

Caro William, che grande dispiacere..
Ti ho conosciuto bene quando Pablo ha fatto il corso bambini con te. Eravamo anche un po amici, e per me, non so per quale motivo, avevi grande rispetto che quasi mi imbarazzava. In quel corso, solo perché Pablo era mio figlio, lo curavi con amore quasi fosse il tuo, e te ne sarò sempre grato. Abbiamo organizzato insieme una magnifica serata di beneficenza al Libero con i ragazzi di strada di Bucarest, che ci ha riempito di gioia e soddisfazione. Quando mi raccontavi la tua vita di nomade rimanevo incantato per ore ad ascoltarti, e mi dava la sensazione di un uomo ribelle ma centrato, duro ma con grande cuore, triste ma ironico.. un uomo completo. Ti abbraccio con lo stesso amore che hai dato alla mia famiglia. Ora torna ad essere nomade.

Marco

Abbiamo condiviso 15 anni di esperienze e di successi, mi hai insegnato ad amare il teatro più di quanto io lo amassi prima, ma soprattutto mi hai fatto scoprire l'uomo Medini, sensibile, altruista, generoso, umile nella sua conoscenza. Avevi il piacere di condividere fantasie che mettevi in scena con naturalezza coinvolgendo, appassionando ed emozionando i ragazzi e il pubblico. Mi mancherà la tua creatività e la tua ironia. Ciao Medini, prima o poi ci rivedremo. Forse.
Loredana

Caro William, ti ho conosciuto a metà  degli anni  '90 alla scuola Benedetto Croce di Cesate, con i miei ragazzi abbiamo messo in scena,grazie a te, all'oratorio un memorabile Ritorno al medioevo.  Ci hai insegnato tanto, seguendoci con grande competenza, simpatia e infinita pazienza. Un grazie ancora di cuore.
Benedetta

Ricordo di una bellissima serata, splendida persona e maestro fantastico. Buon viaggio maestro.
Alessio

Per oltre due anni ti ho visto fuori di scuola. Io me ne stavo in auto ad aspettare che Giacomo, mio figlio, mi raggiungesse dopo le lezioni di teatro e ti osservavo mentre uscivi circondato da quel gruppo di adolescenti che seguivi con grande dedizione. Avevi una battuta per ognuno di loro, uno sguardo benevolo e un sorriso che loro ricambiavano con un saluto allegro. Ti guardavo e stavo bene perché sapevo che quello che stavi facendo per loro era molto di più di una lezione di teatro. Era una lezione di passione, di condivisione, di impegno, di rispetto, di vita. Ecco, voglio ricordarti così. All'uscita di scuola mentre, avanzando col tuo passo un po' ciondolante, abbracci col tuo sguardo i nostri figli che in quell'attimo sono anche i tuoi... Ciao William, il tuo viaggio non finisce qui perché, sono certa, continuerai ad essere in ognuno di loro. Grazie di cuore...
Eleonora

Caro William, abbiamo avuto la fortuna di conoscerti e di condividere un pezzettino di strada in questa vita che da un po' è davvero strana. Abbiamo amato i tuoi sorrisi, la tua pazienza, la tua passione per il teatro e il tuo modo naturale di trasmetterla ai ragazzi. Ancora GRAZIE per quanto hai saputo darci. Jacopo e tutti noi ti porteremo nel ❤
Assia, Anna e Jacopo 

Mi piaceva molto la sua capacità di coinvolgere tutti, il modo corale di fare teatro.
Rosanna

Sinceramente rattristato dalla notizia della tua scomparsa, non dimenticherò mai i giorni, pochi ma intensi, quando ti ho conosciuto per quel "maestoso" spettacolo organizzato con te a Rodano, che ha visto attori i ragazzi della scuola media. Mi sei stato Maestro non solo di teatro e di spettacolo, ma anche di vita e me lo hai dimostrato qualche anno dopo quando ci siamo incontrati a Pioltello. Addio, William. Ti ricorderò sempre con grande affetto e stima.
Adriano 

Ho conosciuto William che avevo 9 anni, mi ero da poco trasferito a Milano e finalmente i miei avevano trovato la possibilità, e il coraggio, di farmi frequentare un corso di teatro.
Mi hanno iscritto a questo corso con questo clown che aveva un animo da bambino mentre io ero un bambino "già adulto". Paradossalmente è stato lui a farmi riscoprire la gioia di essere un bambino di 9 anni e di giocare con il teatro, e di questo gli fui grato. Sono passati 20 anni e ora faccio l'attore e non posso fare a meno di pensare che, se questo è accaduto, è per merito anche di William.
Un abbraccio alla sua famiglia e a voi.
Stefano 

Vuoi iscriverti o richiedere maggiori informazioni?

 

Contattaci al 028323182 / 3386274736 oppure compila il form seguente.

 

E-mail*
Nazione*
Telefono*
Corso d'interesse
Messaggio

Ho preso atto e acconsento al trattamento dei dati come indicato nella informativa ex Art. 13 Reg. UE 679/2016.

I accept the Terms and Conditions.

Invia

Vuoi iscriverti o richiedere maggiori informazioni?
Contattaci al 3386274736 oppure compila il form seguente.

 

 Unisciti anche tu alla Community

Ricevi gli inviti agli eventi, le promozioni e le novità sui corsi.