Skip to main content

Seminari passati

2022

  • 22 e 23 ottobre 2022
    “Commedia dell’arte” – Giorgio Bongiovanni 
    Il laboratorio è ispirato alla lunga esperienza maturata da Giorgio Bongiovanni nello spettacolo Arlecchino servitore di due padroni di Carlo Goldoni per la regia di Giorgio Strehler. Oggetto del seminario è lo studio e la sperimentazione degli elementi tipici della commedia dell’Arte: gli intrecci, i tipi fissi, l’improvvisazione, il canovaccio e soprattutto la maschera, elemento teatrale per eccellenza, che consente di raccontare vite e storie appartenute a ogni tempo e a ogni luogo, antichi9ssime e modernissime insieme. Tutti elementi che permettono a questo genere teatrale di essere compreso e apprezzato in ogni parte del mondo, al di là di lingue e culture diverse, annullando sul palcoscenico distanze di secoli e continenti. Gli studenti-attori avranno modo di lavorare sui personaggi sperimentandone in pratica ogni aspetto (dalla postura, alla voce, alla caratteristiche tipiche) e curando nello stesso tempo, la tecnica d’uso della maschera. 
    Diplomato alla Scuola di teatro diretta da Giorgio Strehler a Milano, ha preso parte a numerosi spettacoli del Piccolo teatro, molti dei quali diretti dallo stesso Strehler. 
    Da vent’anni interpreta il ruolo di Pantalone in Arlecchino servitore di due padroni di Goldoni, rappresentato per oltre 1200 recite in numerose turnée in tutto il mondo e in diversi Festival dei Teatri d’europa. In teatro ha lavorato come attore con importanti registi italiani e stranieri come Luca Ronconi, Robert Carsn, Guido De Monticelli, Stéphane Braunschweig, Enrico d’Amato, Stefan Iordanescu, Carlo Battistoni, Arpad Shilling, Lamberto Puggelli, Krzystof Warlikowski, Serena Sinigaglia, Gilberto Tofano. E’ apparso inoltre in diverse fiction televisive su RAI e Canale 5. 
    Parallelamente alla sua attività di attore, si è dedicato ad una intensa attività registica. 

  • 16 e 17 luglio 2022 
    “Istinto e creatività” – Ippolita Baldini 
    Cos’è per me la comicità? E’ una missione, una vocazione, è necessità. Da quando sono piccola ho l’urgenza di far ridere, di stemperare con una risata situazione di tensione. Oggi voglio restituire quello che ho imparato: dagli anni in Accademia con Anna Marchesini alle recenti edizioni di Zelig, ho potuto fare tante esperienze e raccogliere tante avventure. Ecco la proposta di un laboratorio che percorre il gioco del teatro nella comicità. 
    Lo studio del personaggio, l’interpretazione di un testo esistente in chiave comica e successivamente la scrittura di un testo personale…insomma, il mio mestiere e il gioco del teatro. 
    Diplomata all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, dal 2009 lavora come attrice per progetti teatrali e cinematografici. Nel 2012 apre in Italia una sua attività di teatro nelle case, esportandolo anche in America, Theatre in your kitchen, from Italy to New York. Fa parte de l’Isola degli schiavi di Marivaux in scena al Piccolo Eliseo di Roma, è coprotagonista accanto ad Antonio Cornacchione nello spettacolo L’ho fatto per il mio paese e continua a lavorare nel cinema. A novembre 2019 esce nelle sale il film sono solo fantasmi per la regia di Christian De Sica in cui Ippolita interpreta Serena, la moglie di Carlo Buccirosso e nel 2022 esce La sposa in Rosso di Gianni Costantini accanto a Massimo Ghini e Sarah Felberbaum. 

  • 2 e 3 aprile 2022
    “Matrimoni ed altri disastri” – Nina di Majo 
    La bravissima regista del film “Matrimoni e altri disastri” che con il ricco cast: Margherita Buy, Luciana Littizzetto, Francesca Inaudi e Fabio Vola, Marisa Berenson, dopo l’uscita nelle sale cinematografiche con grande successo di pubblico e critica, troviamo quotidianamente in molti palinsesti della televisione italiana, è pronta a guidarvi nella recitazione di alcune delle scene più salienti del suo film. Finalmente la regista del film scelto ci dirige come gli attori del film! Un seminario di allenamento super per allievi attori ed attori che vogliano approfondire!

  • 19 e 20 marzo 2022
    “L’azione” – Massimiliano Cividati 
    Il lavoro, frutto di oltre 20 anni di insegnamento nelle principali accademie italiane, metterà l’azione e la sua grammatica al centro del processo di indagine ed esplorazione. L’azione come frutto di un pensiero, un’elaborazione, un’azione innanzitutto lucida e ripetibile che parte dal naturalismo e si perde nella metafora e nel realismo magico. Lavoro fisico, analisi e scrittura scenica le tre tappe quotidiane del lavoro. 
    Massimiliano Cividati è regista, formatore e attore. Si forma con alcune delle figure di spicco del teatro europeo, tra i quali Jerzy Grotowsky, Nekrosius, Karpov, Manfredini. Da anni affianca l’attività di attore e regista con quella di insegnante. Collabora con diverse Università (facoltà di economia e commercio di Genova, DAMS di Brescia) tenendo con continuità seminari di formazione ed aggiornamento per attori professionisti e non. Dal 2001 è insegnanti presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano – cattedra di Grammatica dell’azione- e la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi. 

  • 12 e 13 marzo 2022
    “Istinto e creatività” – Gabriele Portoghese
    Un attore che ha imparato ad esprimersi con forza sul palcoscenico.
    Insieme a voi per esplorare, scandagliare, il mondo e i limiti dell’istinto e della creatività dell’attore.
    Gabriele Portoghese si è diplomato presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico e ha iniziato il suo percorso sotto la guida di Carlo Cecchi. Nel tempo ha lavorato, tra gli altri, con Andrea Baracco, Giorgio barberio Corsetti, Giacomo Bisordi, Valerio Binasco, Ferdinando Bruni, Fabio Condemi. 
    Nel 2019 ha interpretato il ruolo di Amleto, per la regia di Valerio Binasco. Nel 2021, assieme a Giorgina Pi, scrive Guida immaginaria (regia di Giorgina Pi). Con Cristiano de Fabritis compone alcune delle musiche del progetto.  Nel 2017 vince il premio Stampa Siracusa.  Nel 2021 vince il premio Mariangela Melato. 

  • 19 e 20 novembre 2022 
    “La grammatica del palcoscenico” – Massimo Navone 
    Questo seminario è rivolto in particolare a tutti gli aspiranti attori e registi che muovono i primi passi sul palcoscenico, ma anche a chi ha già esperienza e desidera rimettere a fuoco i propri strumenti espressivi, approfondendo la propria capacità di utilizzo dello spazio teatrale.
    La conquista dell’attenzione del pubblico, nostro indispensabile complice nella creazione di ogni racconto teatrale, è il tema più importante da affrontare nelle prime fasi della formazione di ogni attore, regista, drammaturgo. 

2019

  • 21 e 22 settembre 2019 
    “Non siamo mai soli in scena”- Claudia Negrin 
    Con chi parliamo quando siamo soli in scena e a chi stiamo rispondendo? 
    Azione e reazione: non esiste vita a sè ma una continua e infinita reazione in interazione con gli altri e se stessi. Da questo parte la credibilità dell’attore in scena e la vitalità dinamica della situazione scenica. Attraverso il training lo studio del prebattuta, la situazione emotiva del personaggio e la continua improvvisazione del qui ed ora. 

  • 7 e 8 settembre 2019
    “Qui tutto può accadere” – Alberto Giusta 
    Alberto Giusta, della scuola di recitazione del teatro stabile di Genova, fonda la compagnia progetto URT e la Compagnia Gank di cui tuttora è condirettore. Lavora con i maggiori registi teatrali italiani (Ronconi, Bruni-De Capitani, Sciaccaluga, Zavatteri); diverse collaborazioni cinematografiche tra cui quella con Silvio Soldini nel film Giorni e nuvole. Firma la regia di spettacoli teatrali per il Teatro Nazionale di Genova, per il Teatro Libero di Palermo e per la Compagnia Gank; è insegnanti di recitazione alla Scuola del teatro Nazionale di Genova. In lavorazione la nuova produzione che debutterà al Teatro Amba Jovinelli di Roma. 
    “Accadimento” una parola che i partecipanti sentiranno fino allo sfinimento!

  • 27 e 28 luglio 2019
    “Attori in telecamera” – Andrea Brancone
    Un weekend full immersion per imparare a costruire un rapporto personale e complice con la telecamera. Come comunicare attraverso questo mezzo particolare, in cui tutta la nostra espressività viene captata e ogni nostro pensiero resta impressionato nel fotogramma. Training per acquistare la propria libertà espressiva e imparare a convogliare le proprie emozioni attraverso la telecamera. Pronti per un provino o per avere un ricco strumento in più da utilizzare per completare la nostra formazione. Un weekend divertente e stimolante per tutti, per un primo approccio o per perfezionare un percorso già iniziato!

  • 13 e 14 luglio 
    PULP “sex & drugs & rock & roll” – Cesare Gallarini
    “Un teatro cattivo che permette di spogliarsi da paure e falsi moralismi, un percorso onorico ricco e liberatorio”
    Cesare Gallarini, comico, regista e pedagogo teatrale dell’Accademia d’Arte drammatica di Milano, allo Zelig di Milano a Drive in, in Tg delle vacanze, Estatissima sprint, Raffaella Carrà show, Telemeno, Arrivano i nostri ed in altre numerosi e importanti trasmissioni televisive dei circuiti Mediaset – Rai – Televisione Svizzera Italiana – Odeaon tv, alle collaborazioni in produzioni radiofoniche di Rai 2, Radio 105 e Radio 24. Nel 1997 riceve il premio Petrolini – Bravo Grazie. 

  • 6 e 7 luglio 2019 
    “Tutto ciò che non ti aspetti da un monologo” – Michele Bottini 
    Cosa accade nella fase di studio di un monologo, che crea una distanza tra come vorremmo eseguirlo e come lo eseguiamo? Cosa devo fare per andare oltre, superare i miei limiti con l’obiettivo di essere in scena al massimo delle mie potenzialità attoriali e rendere il personaggio unico e speciale? 
    Provocazioni, stimoli e rivelazioni inaspettate per scoprirlo con Michele Bottini che con grande esperienza di formatore e parte della commissione di esame della Accademia Paolo Grassi vi condurrà nella ricerca. 

  • 2 e 3 febbraio 2019 
    “La tecnica organica/il metodo Demidov” – Olga Khoreva con Alberto Romano Cavecchi 
    Questo emozionante workshop sarà dedicato all’interazione con il partner in scena attraverso dialoghi introducendo gli esercizi codificati da Nikolaij Demidov. Demidov è stato uno dei tre insegnanti originali del sistema Stanislavskij e direttore fondatore della scuola di teatro d’arte di Mosca. 
    Olga Khoreva è laureata all’Accademia Nazionale teatrale d’arte drammatica di San Pietropurgo – Russia. Durante gli ultimi dieci anni ho completato la sua formazione partecipando a numerosi seminari e masterclass con importanti maestri. 

2018

  • 1 dicembre 2018
    “La grammatica del palcoscenico” – Massimo Navone 
    La grande esperienza di regista internazionale, drammaturgo e direttore della scuola d’arte drammatica Paolo Grassi dal 2003 al 2017! 
    Scoprire o rinnovare i meccanismi che agganciano lo sguardo dello spettatore all’azione dell’attore, in rapporto al tempo e allo spazio della rappresentazione 

  • 9 novembre 2018 
    Strasberg method acting workshop “Trust your own talent” – Sara Corso 
    I particolari esercizi svolti in questo workshop dagli attori sono un consolidato e interessantissimo mezzo per sperimentare una maggiore libertà e onestà nella recitazione, per sviluppare la propria unica immaginazione e per entrare più profondamente in contatto con se stessi. 
    Il lavoro sul metodo richiede una pratica costante nel tempo, il nostro vuole e intende essere solo un primo basilare approccio al metodo; l’obiettivo è di risvegliare delle curiosità intorno a queste tecniche di recitazione e allo stesso tempo mettere l’attore in contatto con se stesso e con il proprio talento. 
    Teniche utilizzate “sense memory” (Strasberg) “repetition” (Meisner) “cold reading”, “scenes work” (Stella Adler) 

  • 9 novembre 2018
    “Dall’oggetto al personaggio” – Laura Pasetti
    Dalla formazione con il Maestro Giorgio Strehler, Maurizio Scaparro, Massimo Castri, Anatolij Vassiliev a Charioteertheatre: una delle registe, attrici e formatrici europee più intriganti e attive del panorama teatrale per scoprire la grande forza espressiva dei dialoghi shakespeariani

  • 18 maggio 2018 
    Corrado d’Elia 
    Vincitore del premio Hystrio – provincia di Milano, del premio Franco Enriquez per il teatro, del premio internazionale Luigi Pirandello 

  • 23 marzo 2018 
    Mamadou Dioume 
    Dalle collaborazioni con i grandi Robert Fontaine a Raymond Hermantier, Jean Vilar, Antoine Vitez, Jean-Louis Barrault a Peter Brok ecco il maestro del “rituale profano che accomuna l’intera umanità”

  • 16 febbraio 2018 
    Cristina Pezzoli 
    Una grande regista internazionale per contrastare il comfort dell’attore per una trasformazione interna/esterna fondato sul possesso di una tecnica interiore che sposti l’attore da se stesso e da ciò che sa già fare. Per nuovi e inaspettati stimoli alla creatività. 

2017

  • 26 e 27 novembre 2017 
    “Una bellissima bambina”- Laura Marinoni
    Laura Marinoni, una delle attrici più importanti del teatro italiano, guiderà i nostri allievi attraverso il racconto di truman capote “una bellissima bambina”, stimolando gli allievi a scoprire il piacere delle parole, provocando una riflessione sul linguaggio come vera e propria materia prima dell’arte dell’attore 

  • 4 e 5 marzo 2017
    “L’attore creativo” – Corrado d’Elia 
    Corrado d’Elia torna a lavorare con gli allievi-attori per svilupparne il potenziale creativo ed interpretativo. Un lavoro a 360° che dal testo approda al personaggio assecondando le caratteristiche e potenzialità di ciascun allievo.

  • 21 aprile 2017
    “Alla ricerca della commedia dell’arte” – Eugenio Allegri
    Eugenio Allegri, artista poliedrico e maestro di commedia dell’arte, guiderà i nostri allievi verso la conoscenza di quest’arte antica e “pop”. 
    Il laboratorio, attraverso un accurato lavoro sui meccanismi scenici e l’improvvisazione, avvicinerà i partecipanti alle tecniche teatrali della commedia dell’arte, fondamentale complemento per chi studia recitazione 

  • 6 e 7 maggio 2017
    “Se il cuore si spezza posso ricostruire felicità” – Laura Curino
    Laura Curino, attrice, registra e drammaturga, tra le più importanti della scena italiana, guiderà gli allievi in un percorso artistico completo. 
    “Riparare il mondo”, questo sarà il tema che permetterà agli allievi di misurarsi con scrittura di un breve testo, sua rielaborazione per la scena e messa in scena.